Bottesini to Giulio Ricordi (Buenos Ayres, 15 Sep 1879)
Carissimo Giulio,
Il corrispondente degli affari del nostro teatro dev'essere una grande canaglia. Non ne faccio meraviglia perchŔ la virtuosa famiglia Ŕ conosciuta sotto tal sostantivo. Scrive bugie ed infamie sul conto della prima donna Emilia Cinti che merita ogni riguardo, e merita soprattutto che di lei si dica la pura veritÓ. Dessa cant˛ e canta continuamente con successo Traviata, Trovatore, Fausto, Ernani, Lucrezia, Poliuti, Ero, Ugonotti. Desidererei tu ne dicessi una parola sulla Gazzetta.
Ci˛ per la giustizia e santa veritÓ.
A bient˘t
Tuo aff.mo
G. Bottesini.
Source: Lettera di propietÓ dell'Editore Ricordi di Milano, N. 4
Published in: Inzaghi: Giovanni Bottesini p153, carteggio 194